Pubblicato il 26/09/2016
POLITICA

Caltagirone, nominati i delegati delle frazioni di Granieri, Santo Pietro e Piano S. Paolo



Il sindaco Gino Ioppolo ha nominato i delegati delle tre frazioni di Caltagirone: Mario Velardita, imprenditore di 65 anni per Granieri, Valentino Amore, commerciante di 50 per Santo Pietro e Salvatore Nicolaci, imprenditore di 52 anni per Piano San Paolo.

 “Tre sentinelle sul territorio – le ha definite il sindaco –. Tre persone a cui affido il compito, da espletare con fattività e sobrietà, di segnalare le necessità e rappresentare le istanze dei residenti, contribuendo, con la loro funzione di attento ascolto e raccordo, a rendere sempre più costante ed efficace l’azione dell’Amministrazione a beneficio delle tre comunità”.

 “Mi impegnerò al massimo – ha detto Velardita – affinché Granieri, che conosco e amo tantissimo, non si senta più abbandonata e possa concretizzare le proprie legittime aspirazioni, non soltanto agricole, ma pure turistiche, di crescita”. Di “maggiore attenzione” ha parlato anche Amore a proposito della frazione di Santo Pietro, individuando le priorità “nella concreta possibilità di assecondarne la vocazione turistico – naturalistica e nel recupero di alcuni immobili regionali e comunali”. Pure Nicolaci ha assicurato che svolgerà il nuovo compito “con entusiasmo e spirito di servizio, per concorrere allo sviluppo di Piano San Paolo, in linea con le sue peculiarità prevalentemente agricole”.

 Nel ricordare gli interventi di pulizia già effettuati, fra le prime cose da fare Ioppolo ha annoverato, per Granieri, “la riapertura della delegazione comunale con la presenza, una o due volte la settimana, di un impiegato per le certificazioni anagrafiche, ma anche una decisa interlocuzione con le Poste perché la chiusura dell’ufficio postale – ha detto – è stata grave”.

Quanto a Piano San Paolo, ha considerato praticabile, “sia pure nel pieno rispetto dell’ambiente”, una leggera apertura delle maglie del Prg per alcune opportunità abitative. Ribadita, per Santo Pietro, la volontà di promuovervi il turismo naturalistico, sia pure in uno stato di convivenza con la Rems, la Residenza per l’esecuzione di misure di sicurezza che si trova nel suo ospedale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenta
Il tuo commento verrà pubblicato previa approvazione. Soltanto il nickname sarà visibile a tutti gli utenti.



martedi, 25 Giugno, 2019


Ricerca












" target="_blank"> (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});