Pubblicato il 25/03/2020
SOCIETÀ
ph. Il Sette e Mezzo

Covid-19, a Caltagirone da oggi consegna dei farmaci a domicilio per i più fragili



L’iniziativa grazie a un’intesa tra Comune – Federfarma – Croce rossa è rivolta a: 1) positivi al coronavirus, in possesso di prescrizione medica, in quarantena; 2) in quarantena cautelativa; 3) con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (oltre 37,5°); 4) non autosufficienti; 5) con oltre 65 anni.


È iniziata oggi, a Caltagirone, la consegna dei farmaci a domicilio per i più fragili. È il servizio attivo da oggi su iniziativa delle farmacie e del Servizio comunale di Protezione civile di Caltagirone, con cui si rende operativo l’accordo di collaborazione sottoscritto tra Federfarma e Croce rossa italiana.


Il servizio è gratuito (si paga solo il prezzo dei farmaci o del ticket, in contanti) ed è rivolto esclusivamente a persone: 1) positive al coronavirus, in possesso di prescrizione medica, in quarantena; 2) in quarantena cautelativa; 3) con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (oltre 37,5°); 4) non autosufficienti; 5) con oltre 65 anni.


Come si sottolinea nel protocollo d’intesa firmato da Gino Ioppolo (sindaco di Caltagirone), Gaetano Cardiel (Federfarma) e Rosario Incarbone (Croce rossa italiana – Comitato di Caltagirone), il servizio è istituito solo per chi ha comprovati impedimenti e assicurato da volontari, al fine di garantire efficienza, trasparenza, semplicità.


COME FUNZIONA: Sarà effettuato con le seguenti modalità: la Protezione civile è responsabile del coordinamento coinvolgendo medici e pediatri, dei quali acquisisce numeri di telefono cellulare con Whatsapp ed e-mail; il cittadino che si trova nelle condizioni suindicate può richiedere la consegna a domicilio contattando la farmacia di riferimento (che mette a disposizione numero di telefono fisso, numero di telefono cellulare con Whatsapp ed e-mail).


La farmacia, per predisporre il confezionamento dei farmaci per la consegna, procede come segue: a) Acquisisce dal cittadino un recapito telefonico, trasmettendolo al personale della Croce rossa, per concordare tempi e modalità della consegna; b) Se la prescrizione è elettronica, acquisisce dal richiedente (o dal suo medico) i dati necessari per prelevare la ricetta dal sistema Sogei; c) Se la prescrizione è in distribuzione per conto dell’ASP, indica alla centrale operativa il medico prescrittore presso il quale ritirarla; d) Prima di stampare e spedire le ricette contatta il paziente, verificando l’esatta corrispondenza tra i farmaci prescritti e quelli utilizzati (originali o equivalenti) e lo informa dell’eventuale importo da corrispondere al personale della Croce rossa, esclusivamente in contanti; e) Predispone la confezione per la consegna, inserendo scontrino fiscale e denaro contante, nell’eventualità che all’atto del pagamento occorra il resto; f) Invia, tramite whatsapp, la richiesta di intervento alla centrale operativa della Protezione civile, mandandola al mob.: 366 5627552; g) Avvisa il paziente che la sua richiesta è stata inoltrata.


Il personale della Croce rossa, in uniforme, 1) Si reca nella farmacia che ha preso in carico la richiesta del paziente e ritira la confezione con i farmaci, corredata da documento di consegna in doppia copia che indica: nominativo del paziente, indirizzo, recapito telefonico, elenco dei farmaci contenuti, somma da riscuotere; 2) Consegna all’utente i medicinali, in busta chiusa accompagnata dalla copia del documento di consegna e riscuote l’importo dovuto, che poi consegna alla farmacia fornitrice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenta
Il tuo commento verrà pubblicato previa approvazione. Soltanto il nickname sarà visibile a tutti gli utenti.



domenica, 05 Aprile, 2020


Ricerca