Pubblicato il 02/02/2020
SPETTACOLO

I ragazzi del “Secusio” di Caltagirone il 27 marzo debuttano all’Eliseo a Roma: primi al concorso nazionale “Scrivere il teatro”:



I ragazzi della 3 BL del “Secusio” non sono nuovi a tali imprese. Dopo il debutto al Teatro Eliseo di Roma, con la presenza dei responsabili MIUR, la messa in scena dell’inedito testo teatrale “DiscriminatiAnonimi.it”, ideato dai ragazzi, sarà replicata il 30 marzo al Politeama di Caltagirone.


di Giacomo Belvedere

Ormai ci hanno preso gusto. Sono i ragazzi della 3 BL dell’Istituto Superiore “Secusio”, che ancora una volta hanno fatto centro, classificandosi al primo posto, con l’inedito copione “DiscriminatiAnonimi.it” al concorso nazionale “Scrivere il teatro”, indetto nell’ambito delle attività inerenti alla celebrazione della Giornata Mondiale del Teatro 2020.


Si tratta di un concorso in cui gli studenti delle scuole statali pubbliche di ogni ordine e grado erano invitati a mettersi alla prova in qualità di drammaturghi, presentando una drammaturgia originale che riguardi i temi caratterizzanti le attività dell'ITI, con particolare riferimento ai diritti umani ed al disagio giovanile.


I ragazzi della 3Bl non sono nuovi a “imprese” del genere. L’anno scorso sono risultati primi al 2°Concorso Nazionale di Teatro in Lingua Spagnola “Estudiantes en Obra”, organizzato dall’Associazione Culturale “Lingue del Mondo” e patrocinato da Zanichelli.


Ma, non contenti, hanno deciso di alzare l’asticella. La Giornata è organizzata dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca - Direzione generale per lo studente, l'integrazione e la partecipazione in collaborazione con il Centro italiano dell'International Theatre Institute – UNESCO (ITI). Un impegno, dunque non da poco.


I testi inediti, infatti, avrebbero dovuto essere giudicati da una Commissione composta da rappresentanti del Directorate General dell’International Theatre Institute di Parigi, del Centro Italiano dell'ITI e del MIUR, che avrebbero dovuto valutare i progetti ritenuti di valore educativo e di particolare creatività, dando particolare rilevanza ai lavori che avrebbero dimostrato di sviluppare il progetto in modo innovativo e creativo.


I ragazzi hanno accettato la sfida e si sono messi al lavoro, scrivendo il testo in lingua spagnola (titolo originale: DiscriminadosAnónimos.es”), coordinati dalla prof.ssa Valentina Torrisi e dalla prof.ssa María Matilde Pérez. Il testo è stato successivamente tradotto in italiano.


Ma, date le premesse, sembrava un sogno impossibile vincere il concorso. Eppure i sogni si realizzano, soprattutto quando sono conditi con un pizzico di incoscienza e tanto, tanto entusiasmo. “Certo, quando lunedì 27 gennaio mi è arrivata la prima telefonata da un numero sconosciuto – ci racconta la prof.ssa Valentina Torrisipensavo alla solita seccatura di un call center e non ho risposto. Ma quando poi dallo stesso numero mi è arrivato un messaggio che mi diceva che di contattarlo per informazioni urgenti da pare del Miur, non credevo ai miei occhi”.


Una piacevole sorpresa che si è ripetuta venerdì 31 gennaio, quando Giorgio Zorcù, direttore l’accademia teatrale “Mutamenti”, telefonando alla Dirigente Scolastica del Secusio, Concetta Mancuso, non solo ha dato la definitiva certezza che il concorso era stato vinto, ma ha anche aggiunto che “per la prima volta, senza incertezze, la Commissione si è trovata unanime nell’assegnare i premio”. Una bella soddisfazione.


Questi gli alunni premiati: Acierno Paride, Aiello Dalila, Amato Adele, Azzaretto Aicha, Bauccio Sara, Failla Giulia, Ferrante Giada, Ferrante Giorgia, Franchino Ambra, Gollo Ambra, Marcinnò Noemi, Monteleone Manuela, Ragusa Serena, Scribano Asia, Vicari Martina, Zappalà Clara.


“DISCRIMINATIANONIMI.IT” - Cinque studenti si riuniscono casualmente in un’aula abbandonata della scuola, perché discriminati da alcuni compagni bulli. Felipe è un ragazzo omosessuale, Paco è uno straniero dal linguaggio forbito, Ana è un’aspirante modella sovrappeso, Juan è un nerd con la passione per la tecnologia e Sol è una giovane forte e determinata, che vorrebbe diventare meccanico.

Una volta scoperti dal nuovo bidello dell’Istituto, gli alunni cercheranno di raccontarsi seduti in cerchio, improvvisando così una stramba terapia di gruppo, in cui ogni paziente pensa di avere il problema più importante da risolvere. Davanti alla reazione degli alunni, il bidello cercherà di far capire loro che tutti possono soffrire un disagio: “Ogni persona che vedi sta lottando una battaglia che non conosci”.

Colpiti dalle parole del bidello, i ragazzi decidono di creare un sito internet attraverso il quale risponderanno, in maniera anonima, a tutte le richieste d’aiuto da parte dei compagni di scuola. A collaborare con la banda dei Discriminati Anonimi, arriveranno anche Leopoldo e Leonardo, due fratelli gemelli affetti da un disturbo dipendente di personalità.


E se fossero proprio i bulli a chiedere aiuto attraverso la pagina web? Può un soggetto discriminante soffrire tanto quanto colui che viene discriminato? E se il bidello nascondesse un segreto che solo la Preside conosce?

Dopo diversi colpi di scena gli alunni arriveranno alla consapevolezza di essere tanto diversi quanto uguali, poiché un disagio può dividere, ma anche, e soprattutto, unire.


DEBUTTO ALL’ELISEO A ROMA, QUINDI REPLICA AL POLITEAMA DI CALTAGIRONE - L’opera, vincitrice assoluta, sarà messa in scena dagli stessi studenti della 3 BL, autori della drammaturgia, che saranno coadiuvati da esperti di teatro professionisti.

La messa in scena avrà luogo in quattro fasi:

a) incontro preliminare con gli studenti autori e i rappresentanti del MIUR e dell’ITI presso il Liceo Secusio di Caltagirone per attività di laboratorio teatrale che si terranno il 17 e il 18 febbraio.


b) residenza artistica full immersion di 8 giorni, da domenica 15 marzo a lunedì 23 marzo a Cinigiano (Grosseto). Gli alunni frequenteranno l’accademia teatrale “Mutamenti” diretta da Giorgio Zorcù e Sara Donzelli, e insieme agli  attori professionisti prepareranno lo spettacolo.


c) Mercoledì 25, giovedì 26 marzo: prove generali a Roma .

Venerdì 27 marzo, in occasione della Giornata Internazionale del Teatro, ci sarà il debutto al Teatro Eliseo di Roma, con la presenza dei responsabili MIUR.


d) replica dello spettacolo il 30 marzo al Politeama di Caltagirone. Da sabato 28 marzo: prove generali a Caltagirone e il 30 marzo replica dello spettacolo al cineteatro Politeama di Caltagirone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenta
Il tuo commento verrà pubblicato previa approvazione. Soltanto il nickname sarà visibile a tutti gli utenti.



lunedi, 30 Marzo, 2020


Ricerca