Pubblicato il 08/01/2020
SOCIETÀ

Calatino, Fondo Povertà: a breve 638mila euro dalla Regione



Il programma di interventi elaborato dai 9 Comuni del Distretto socio – sanitario D13 prevede 3 assistenti sociali per 36 ore settimanali per un anno; 9 educatori per 18 ore settimanali per 12 mesi; 2 mediatori di carattere culturale/linguistico per 18 ore settimanali per un anno; tirocini per l’inclusione sociale (38 unità a 600 euro al mese per sei mesi) e il sostegno alle genitorialità (2 psicologi per 18 ore settimanali per un anno).


Ok della Regione al Piano di attuazione locale del Fondo Povertà 2018, il programma di interventi elaborato dai 9 Comuni del Distretto socio – sanitario D13 (il capofila Caltagirone, Grammichele, Vizzini, Mirabella Imbaccari, Mineo, San Michele di Ganzaria, Mazzarrone, San Cono e Licodia Eubea) e dall’Asp, che comporterà, a breve, l’utilizzo di 638mila euro per fronteggiare il disagio sociale spesso associato alle difficoltà economiche.


Le priorità d’intervento sono: il rafforzamento del servizio sociale professionale con l’assunzione di 3 assistenti sociali per 36 ore settimanali per un anno; l’attivazione e il rafforzamento delle azioni di supporto al progetto attraverso il sostegno socio – educativo (9 educatori per 18 ore settimanali per 12 mesi), la mediazione culturale (2 mediatori di carattere culturale/linguistico per 18 ore settimanali per un anno), il sostegno socio – educativo con la creazione di centri educativi per minori a rischio di dispersione scolastica e conseguente insuccesso formativo, tirocini per l’inclusione sociale (38 unità a 600 euro al mese per sei mesi) e il sostegno alle genitorialità (2 psicologi per 18 ore settimanali per un anno).


“Con queste risorse – sottolinea l’assessore al Welfare e vicesindaco, Concetta Mancuso  contribuiremo all’inserimento lavorativo e alla fuoriuscita da condizioni di disagio sociale attraverso la creazione di un’equipe multidisciplinare che realizzi progetti calibrati sulle problematiche e sui bisogni”.


Il sindaco Gino Ioppolo evidenzia “l’utilità di un piano che, frutto di un lavoro di concertazione e condivisione, dimostra la capacità del territorio di fare rete per raggiungere significativi risultati”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenta
Il tuo commento verrà pubblicato previa approvazione. Soltanto il nickname sarà visibile a tutti gli utenti.



domenica, 19 Gennaio, 2020


Ricerca