Pubblicato il 31/12/2019
POLITICA

Incontro con la Stampa: Ioppolo fa un bilancio, contrattacca sulle polemiche e guarda alle elezioni 2021



Nel tracciare un bilancio dei traguardi raggiunti nel 2019 e degli obiettivi per il 2020, il sindaco annuncia anche “importanti novità” sull’annosa questione degli stalli blu e del parcheggio Santo Stefano: “Non posso dirvi altro. Saprete tutto a tempo debito”.  Per il presidente Alparone: “Grande risultato il regalo sotto l’albero per le coop edilizie”


“Il 2019 è stato un anno molto positivo; il 2020 sarà l’anno dell’accelerazione che ci condurrà al rinnovo dell’Amministrazione comunale del 2021, che, mi auguro possa essere - se i cittadini lo vorranno -  in continuità con il lavoro svolto in questi anni”.


Lo ha detto il sindaco Gino Ioppolo durante il consueto incontro di fine anno con la stampa, svoltosi stamani in municipio alla presenza degli assessori Concetta Mancuso (vicesindaco), Francesco Caristia, Luca Distefano, Antonino Montemagno e Antonino Navanzino, del presidente del Consiglio comunale Massimo Alparone e dei consiglieri comunali Sergio Gruttadauria, Oriella Barresi e Piera Iudica.


“Il 2019 – ha affermato il sindaco -, ha visto l’avvio di diversi cantieri, da quelli per il nuovo assetto viario che si concluderanno a breve, a quelli per il Centro comunale di raccolta dei rifiuti (anch’essi in dirittura d’arrivo), a quelli per la ripavimentazione della piazza del Municipio che, al di là delle polemiche che arrivano da chi, negli anni, avrebbe potuto fare e non ha fatto, stanno producendo un risultato gradito anche ai tantissimi visitatori che, in queste settimane, stanno scegliendo Caltagirone”.


Le polemiche a cui allude Ioppolo sino quelle relative ai lavori di ripavimentazione della Piazza del Municipio su cui si sono dirette le critiche delle forze di opposizione in Consiglio comunale, con due interrogazioni all’Ars presentate dai deputati regionali Barbagallo (Pd) e Cappello (M5S). “Non mi risulta – taglia corto il primo cittadino – che l’asfalto sia patrimonio dell’Unesco, per la rimozione del quale occorra chiedere il parere della Soprintendenza”.


“La foltissima presenza di turisti – continua Ioppolo -  è il segno inequivocabile che l’immagine della città all’esterno cresce e che le attività di promozione sortiscono, quindi, gli effetti sperati. Inoltre, le tante iniziative del Natale, frutto della sintonia fra l’Amministrazione e la stragrande parte della città che si sbraccia, propone e realizza accollandosi, se necessario, anche gli oneri, dimostra che Caltagirone è una comunità viva, che lavora con impegno a obiettivi comuni”.


Stabilizzati tutti i 119 precari – ha aggiunto il sindaco – Inoltre, dopo 30 anni, a breve daremo il via ai concorsi per nuove assunzioni nella macchina comunale. Concreta attenzione è stata rivolta alle fasce deboli con le tante attività per combattere il disagio. Il 2019 – ha aggiunto – è stato anche l’anno del metano nella frazione di Granieri e dell’ingresso di Caltagirone, con l’Area di sviluppo industriale, fra le Zes (Zone economiche speciali) della Regione, con conseguenti, grandi opportunità per gli investimenti produttivi”.


Infine il sindaco, rivendicando il risanamento finanziario dell’Ente, non ha risparmiato critiche alla gestione del passato: “rimangono alcune fragilità, ereditate da modelli precedenti di sciatteria nella gestione finanziaria.  Il Comune – rivela Ioppolo - ha subito pignoramenti e condanne per due milioni e mezzo di euro: è come se in una famiglia si fossero accantonate somme per programmare investimenti, ma arriva l’imprevisto che manda all'aria i programmi”. “Non si è mai svolto in passato – accusa il sindaco - alcun tentativo di componimento o transazione con i creditori. Ma noi non scaricheremo su quanti verranno dopo i rischi di un’azione amministrativa dissennata. Parole che non mancheranno di suscitare reazioni polemiche.  


Volgendo lo sguardo al nuovo anno alle porte, Ioppolo ha affermato che “Il 2020 potrà essere l’anno dell’avvio dei lavori per lo stadio Agesilao Greco, per il palazzetto dello sport di viale Autonomia e per il pattinodromo, ma anche per il parcheggio di interscambio di piazza Risorgimento e per una serie di interventi, già finanziati, nelle scuole. E nel 2020 – ha concluso – si profilano pure iniziative culturali di respiro nazionale e internazionale”.


Infine, Ioppolo ha anche lasciato capire che nel 2020 ci saranno importanti novità sul caso degli stalli blu e del parcheggio Santo Stefano, per il quale è aperto un contenzioso tra l’Amministrazione e la società Sostauto. “Era uno degli obiettivi promessi in campagna elettorale”, si è limitato a dire sibillinamente. “Non posso dirvi altro. Saprete tutto a tempo debito”.


Il presidente del Consiglio Massimo Alparone ha ricordato “il significativo concorso” dell’assise cittadina nel raggiungimento dei traguardi per la crescita della città, soffermandosi, in particolare, sul recente via libera alla trasformazione del diritto di superficie in diritto di piena proprietà delle aree Peep (Piano edilizia economica popolare), vale a dire le aree in cui sono state costruite diverse centinaia di alloggi ad opera delle cooperative edilizie.

Con questa delibera, che scaturisce dalla serie di riunioni, cominciate a luglio, relative alle 190 famiglie che risiedono in zona Boschigliolo, ma i cui effetti si estendono all’intera città – ha spiegato Alparone -, si concretizza l’acquisizione dello status di proprietario tendenzialmente a costo zero in quanto si eliminano la quota minima di 1500 euro e le spese per il rogito, che sarà effettuato dal segretario generale con la collaborazione del personale dell’Ufficio tecnico”.

VIDEO



© RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenta
Il tuo commento verrà pubblicato previa approvazione. Soltanto il nickname sarà visibile a tutti gli utenti.



domenica, 19 Gennaio, 2020


Ricerca