Pubblicato il 23/12/2019
ECONOMIA E FINANZA

Caltagirone, Zone economiche speciali: l’Area di sviluppo industriale fra le “new entry”



Per il sindaco Ioppolo “grande opportunità per attrarre nuovi investimenti”. Dichiarate idonee dalla commissione di valutazione anche le aree indicate dai Comuni di Militello, Mineo, Scordia e Vizzini.


Accolta dalla Regione l’istanza del Comune di Caltagirone, che pertanto rientra adesso con l’Area di sviluppo industriale, fra le aree ricomprese nelle Zes (zone economiche speciali). L’ulteriore ripartizione è arrivata dopo il via libera, nell’agosto scorso, al Piano relativo alle Zes della Sicilia occidentale e orientale, con il quale erano stati attribuiti 5.118 ettari rispetto al totale assegnato alla Sicilia di 5.580 ettari.


La parte restante di 462 ettari è stata destinata attraverso una manifestazione pubblica, riservata a quei Comuni i cui territori non erano già inclusi nella delimitazione precedente. All’avviso i Comuni dell’Isola hanno candidato 73 aree, 43 delle quali – fra le quali quelle indicate dal Comune di Caltagirone e, nel Calatino, pure da Militello, Mineo, Scordia e Vizzini – sono state dichiarate idonee dalla commissione di valutazione.


“Si tratta – sottolinea il sindaco Gino Ioppolodi una grande opportunità per attrarre investimenti nel nostro territorio, in particolare in quella che fu immaginata come l’Area di sviluppo industriale dell’intera zona del Calatino, offrendo alle aziende agevolazioni per i propri insediamenti produttivi. Sono fiducioso – aggiunge Ioppolo – che i contatti già avviati con alcuni imprenditori possano così ricevere ulteriore impulso e una più forte accelerazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenta
Il tuo commento verrà pubblicato previa approvazione. Soltanto il nickname sarà visibile a tutti gli utenti.



domenica, 19 Gennaio, 2020


Ricerca