Pubblicato il 04/12/2019
CRONACA
ph. Andrea Annaloro

Caltagirone, si insedia il nuovo Consiglio comunale dei ragazzi: eletti sindaco e designati gli assessori



Il nuovo Consiglio comunale dei Ragazzi, eletto lo scorso 15 novembre, si è insediato martedì 3 dicembre, alle 16, nel corso della cerimonia fissata nell’aula consiliare “Luigi Sturzo” del municipio, alla presenza del sindaco Gino Ioppolo, del presidente del Consiglio comunale Massimo Alparone e dei consiglieri comunali.


Il nuovo Consiglio comunale dei Ragazzi, eletto lo scorso 15 novembre, si è insediato martedì 3 dicembre, alle 16, nel corso della cerimonia fissata nell’aula consiliare “Luigi Sturzo” del municipio, alla presenza del sindaco Gino Ioppolo, del presidente del Consiglio comunale Massimo Alparone e dei consiglieri comunali.


Nel corso della seduta di insediamento i piccoli consiglieri neo eletti hanno prestato giuramento. Poi si è proceduto all’elezione del sindaco, del presidente del Consiglio e del vicepresidente “baby”. I consiglieri che aspiravano a candidarsi a sindaco dei ragazzi, hanno esposto un breve programma delle iniziative che intendevano promuovere.


Questi i nuovi 20 piccoli consiglieri: Elisabetta D’Agostino, Chiara Grimaldi, Lorenzo Lauria, Giorgia Scali (Istituto comprensivo "Arcoleo-Da Feltre"), Giorgia Cascio, Andrea Galvano, Gloria Studioso, Alessio Tomasi (Istituto comprensivo “Piero Gobetti”), Giorgio Cagnes, Beatrice Carfì, Benedetta Cultrona, Gabriele Pepe (Istituto comprensivo “Maria Montessori”), Aurora Fusari, Antonino La Tona, Antonino Milazzo, Cinzia Raccuglia (Istituto comprensivo “Alessio Narbone”), Ludovica Caruso, Sofia Girella, Luigi Ruggirello e Federico Scerbo (Istituto “Sacro Cuore”).               

È stato eletto sindaco Alessio Tomasi, 11 anni, studente dell'istituto comprensivo Piero Gobetti. Il neo sindaco, dopo aver prestato formale promessa di adempiere bene e fedelmente l’incarico conferitogli, è entrato in carica immediatamente e ha nominato gli assessori, almeno due dei quali ragazze, garantendo la rappresentanza ad ogni istituto: Cinzia Raccuglia,

(vicesindaco), 11 anni, dell'istituto comprensivo Alessio Narbone (superata sul filo di lana da Tomasi in quanto, pur avendo totalizzato, al ballottaggio, 10 voti come quest'ultimo, è risultata essere più giovane di 10 giorni), Giorgia Scali, 9 anni, dell'istituto comprensivo Giorgio Arcoleo -  Vittorino da Feltre, Federico Perspicace, 12 anni, dell'istituto comprensivo Maria Montessori; e Sofia Girella, 9, dell'istituto Sacro Cuore.

L'assise ha poi eletto Luigi Ruggirello, 10 anni, dell'istituto Sacro Cuore, presidente del Consiglio, e Beatrice Carfì, anche lei 10, dell'istituto comprensivo Maria Montessori, vice-presidente.


Il Consiglio comunale dei ragazzi è l’organo che, promosso dall’assessorato comunale alle Politiche scolastiche, collabora con le istituzioni pubbliche nella programmazione e realizzazione di attività finalizzate alla difesa dei giovani e al miglioramento delle loro condizioni sociali e culturali.

“Riproponiamo – afferma l’assessore Concetta Mancuso - un’iniziativa che ha già dato buoni risultati e continua a dimostrarsi un’importante opportunità, per bambini e ragazzi, per esercitare in concreto il proprio diritto di espressione nelle materie che li riguardano più da vicino, ma che rappresenta pure uno stimolo, per gli adulti, a tenere nella giusta considerazione le idee, i progetti e le proposte dei cittadini più piccoli”.


“Attraverso il prosieguo della significativa esperienza del Consiglio dei ragazzi – dichiara il sindaco Gino Ioppolointendiamo continuare su una strada che ha già dato buoni frutti specie in termini di partecipazione civica, per favorire un'idonea crescita socio-culturale da parte dei giovanissimi, nella piena consapevolezza dei propri diritti e doveri verso le istituzioni”. “La loro partecipazione al funzionamento delle istituzioni pubbliche – sottolinea il presidente del Consiglio comunale Massimo Alparone – contribuisce a educarli alla conoscenza e al rispetto delle regole democratiche e a farli crescere, maturando rilevanti esperienze di confronto con coetanei e adulti che si rivelano utili allo sviluppo di un più forte senso civico, oggi più che mai importante”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenta
Il tuo commento verrà pubblicato previa approvazione. Soltanto il nickname sarà visibile a tutti gli utenti.



domenica, 19 Gennaio, 2020


Ricerca