Pubblicato il 29/05/2019
CULTURA

Apprezzamenti a Latina per la mostra dedicata alla “Musa Spaziale” dell’artista calatino Carmelo Minardi



Il premio del pubblico 2018 per l’opera “Musa Spaziale”, assegnato a Minardi nell’ambito della settima edizione del Premio Comel Vanna Migliorin Arte contemporanea, che ha messo a confronto concorrenti da tutto il mondo.

Ha riscosso apprezzamenti “L’Orizzonte degli Eventi”, la mostra dell’artista calatino Carmelo Minardi, svoltasi a Latina, nello Spazio Comel, e patrocinata anche dal Comune di Caltagirone. L’esposizione ha costituito l’epilogo del Premio del pubblico 2018 per l’opera “Musa Spaziale”, assegnato a Minardi nell’ambito della settima edizione del Premio Comel Vanna Migliorin Arte contemporanea, che ha messo a confronto concorrenti da tutto il mondo. Minardi, abile scultore dell’alluminio, ha realizzato la figura affascinante di una nuova Musa che attraversa spazio e tempo. La suggestione di questo lavoro, frutto di una notevole abilità tecnica, ha colpito il pubblico per la sua capacità evocativa di immagini di altri luoghi e tempi futuri.

Carmelo Minardi ha esordito nel 1994 da autodidatta, con la personale “Fabbricando”, titolo che esprime la sua vocazione. Infatti, a partire dal suo lavoro (è imprenditore nel settore elettromeccanico), che lo mette a contatto con i materiali metallici, l’elettricità, il magnetismo, si connota subito come “faber”, recuperando dell’antica denominazione la sperimentazione e una curiosità profondamente alchemica. Dopo una ricca stagione pittorica, passando dalle limature di ferro, che orienta con il magnete in un misterioso microcosmo, l’artista “made in Caltagirone” approda al tutto tondo, nel quale si coniugano le componenti essenziali della sua arte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenta
Il tuo commento verrà pubblicato previa approvazione. Soltanto il nickname sarà visibile a tutti gli utenti.



martedi, 25 Giugno, 2019


Ricerca












" target="_blank"> (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});