Pubblicato il 22/05/2019
AMBIENTE
ph. repertorio Il Sette e Mezzo

Caltagirone, ordinanza antincendio del Sindaco: ecco obblighi, divieti e sanzioni nella stagione estiva



Chi non ricorda l'incendio che, a fine luglio dell'anno scorso, lambì il perimetro dell’ospedale di Santo Pietro, minacciando la Rems femminile e il blocco principale del reparto di fisiatria? Per prevenire il ripetersi di gravi episodi simili, il Sindaco ha emesso il 20 maggio scorso un’ordinanza sindacale antincendio, in cui si ricordano le norme, gli obblighi e i divieti che i cittadini sono tenuti a rispettare.


Si avvicina la stagione estiva e, con essa, aumenta il rischio di incendi, che ogni anno costituiscono in Sicilia. e anche nel Calatino, un’autentica piaga ambientale. Chi non ricorda, per fare solo un esempio fra i tanti, l'incendio che, a fine luglio dell'anno scorso, lambì il perimetro dell’ospedale di Santo Pietro, minacciando la Rems femminile e il blocco principale del reparto di fisiatria? Per domare le fiamme fu necessario impiegare due Canadair e due elicotteri a dar man forte ai Vigili del Fuoco.

Anche quest’anno il sindaco di Caltagirone, Gino Ioppolo,  ha emesso il 20 maggio scorso un’ordinanza sindacale antincendio, in cui si ricordano le norme, gli obblighi e i divieti che i cittadini sono tenuti a rispettare per prevenire il rischio incendi.

PULIZIA - Entro il 15 giugno tutti i proprietari o conduttori di terreni e campi, compresi le aree boscate, cespugliate, arborate, nonché quelli coltivati, incolti e/o abbandonati e pascoli limitrofi a dette aree, sono obbligati ad attuare la pulizia di stoppie, frasche, cespugli, arbusti, residui di coltivazione ed altre lavorazioni, specie nel caso di terreni incolti, o di realizzare all’interno del proprio lotto una fascia priva di qualunque materiale combustibile, di almeno 20 metri di larghezza prospiciente la viabilità, i lotti confinanti ed adiacenti le reti viarie di trasporto, al fine di evitare la propagazione di incendi.


Anche i proprietari e i conduttori di edifici adibiti a qualunque uso (residenziale, agricolo, industriale, turistico ricettivo ecc.), adiacenti o prossimi ad ambienti vegetali naturali, a canneti, a terreni adibiti a seminativo o incolti, devono costantemente attuare ogni misura utile ad impedire la propagazione di un eventuale incendio all’edificio o sue pertinenze. A tal fine devono essere eliminate le sterpaglie e la vegetazione secca intorno i fabbricati, agli impianti nonché dai confini di proprietà, per una fascia di rispetto non inferiore a 10 metri. In particolare dovranno essere allontanate e messe in sicurezza eventuali fonti di combustibile (carburanti, gas, plastiche, legname, carbone, resine, autovetture, ecc.) e dovrà essere eliminato qualunque materiale erbaceo o arbustivo secco, che possa costituire pericolo per l’immobile e i suoi eventuali occupanti in caso di incendio.


Nei terreni coltivati a seminativo è fatto obbligo di realizzare, nella medesima giornata lavorativa in cui viene effettuata la mietitura, una fascia avente ampiezza non inferiore a metri 10 in cui non siano presenti stoppie, cespugli o altro materiale infiammabile. Tale fascia dovrà essere realizzata lungo lintero perimetro del fondo, mediante aratura. Durante la semina e per quanto possibile anche nelle fasi successive, negli appezzamenti di notevole estensione dovranno essere predisposte, a distanza di metri 200 con direzione ortogonale, delle fasce di rispetto completamente prive di vegetazione di larghezza pari a metri 10. In alcun modo sarà possibile mantenere terreni con stoppie, privi di parafuoco sopra citati.


ABBRUCIAMENTO - Dal 1 giugno al 14 Luglio e dal 16 Settembre al 15 Ottobre, è ammesso l’abbruciamento del materiale di risulta derivante dalla ripulitura dei terreni, in piccoli cumuli ed in quantità giornaliere non superiori a tre metri steri per ettaro, purché avvenga lontano dalla vegetazione circostante e dalle strutture ed infrastrutture presenti. In ogni caso l’uso del fuoco deve avvenire con cautela dalle ore 6.00 alle ore 10.00, ad esclusione delle giornate calde e ventose. Della zona e dell’orario di abbruciamento, con l’indicazione precisa sul luogo, della superficie e della vegetazione interessata, delle modalità dell’esecuzione dello stesso, delle cautele che si intendono adottare nonché dei nominativi dei responsabili delle operazioni, dovrà darsi di volta in volta preventiva comunicazione, al Distaccamento Forestale competente per territorio (Caltagirone) che deve rilasciare apposita autorizzazione. Copia della stessa dovrà essere inviata agli Uffici Comunali di Protezione Civile e Polizia Municipale. Inoltre è fatto obbligo agli interessati, prima di abbandonare la zona di assicurarsi del perfetto spegnimento dei focolai o braci residui e di esercitare la sorveglianza sino a che ogni rischio di accensione sia scongiurato.


Dal 15 Luglio al 15 Settembre è fatto divieto assoluto di accendere fuochi, bruciare stoppie, materiale erbaceo, sterpaglie e compiere ogni altra operazione che possa creare pericolo immediato di incendio.

I proprietari e\o cittadini, che avranno la necessità di smaltire i rifiuti (quantitativi esigui al di sotto dei 10 kg), potranno conferirli nei contenitori stradali dell’organico.

Ai sensi del Regolamento di Polizia Urbana i proprietari e\o coloro che hanno la disponibilità dei fondi incolti o dei lotti comprese le aree non edificate fronteggianti vie e piazze aperte al pubblico passaggio, ricadenti nel territorio Comunale, devono provvedere alla pulizia ed a mantenerli costantemente sgomberi da rifiuti , al fine di garantire la sicurezza del territorio dal punto di vista degli incendi e per mitigare rischi di natura igienico -sanitaria.


SANZIONI - La sanzione per i cittadini inottemperanti alle direttive antincendio è di Euro 50.00 (doppio del minimo della somma all’uopo prevista), ai sensi dell’art 7 bis del Decreto L.g.s 18 agosto 2000 n. 267.

La presente Ordinanza si applica anche ai proprietari, conduttori amministratori e/o gestori di insediamenti turistici e residenziali/condominiali. Gli eventuali inadempienti saranno inoltre segnalati alla Prefettura di Catania e alla locale Autorità Giudiziaria.

Le sanzioni si inaspriscono in caso di incendio: la violazione dell’ordinanza antincendio, sarà punita con una sanzione da Euro 51,00 ad Euro 258,00, per ogni ettaro o frazione di ettaro incendiato, ai sensi del Decreto Presidenziale n. 297 del 04.06.2008 art. 11. Gli inadempienti, inoltre, saranno responsabili dei danni che si dovessero verificare, a seguito di incendi, a persone e/o beni mobili ed immobili per l’inosservanza della presente Ordinanza ai sensi dellartt. 449 e 650 del C.P.


RAZZI, AEROSTATI, FUOCHI D'ARTIFICIO - Nelle aie e nei pressi di depositi di foraggi il terreno circostante dovrà essere sgombro di restoppie o erbe secche e nei pressi è rigorosamente proibito fumare o accendere fuochi per qualsiasi motivo. È inoltre assolutamente proibito in ogni tempo il lancio di razzi, aerostati nonché l’accensione di fuochi di artificio nei boschi, ovvero entro il raggio di 500 metri dalla loro periferia, nonché dal perimetro di costruzioni destinate a fabbriche o depositi di materie esplodenti ed infiammabili.

I proprietari o conduttori dei motori a scoppio od a combustione destinati ad azionare trebbie, mietitrebbie, etc., hanno l’obbligo di tenere applicato all’estremità del tubo di scappamento apposito dispositivo parafaville.


FUMATORI - Nell’ordinanza si ricorda ai fumatori che durante la stagione estiva ed autunnale è proibito fumare nei boschi fuori dagli spazi e dalle vie a fondo battuto. È vietato buttare mozziconi di sigarette durante la percorrenza di strade, etc., dagli autoveicoli o altri mezzi veicolari.

CHI AVVISARE IN CASO DI INCENDIO - Chiunque abbia notizia di un incendio nelle campagne o nei boschi ha l’obbligo di darne immediato avviso al Corpo Forestale della Regione Siciliana Tel. 1515 Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco Tel. 115 - Comando dei Carabinieri Tel. 112 - Polizia di Stato Tel. 113 Comando Polizia Municipale Tel. 0933/45611 - Sindaco Tel 0933/41259 Protezione Civile Tel. 0933/56696.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenta
Il tuo commento verrà pubblicato previa approvazione. Soltanto il nickname sarà visibile a tutti gli utenti.



martedi, 25 Giugno, 2019


Ricerca












" target="_blank"> (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});