Pubblicato il 09/04/2019
ATTUALITÀ
ph. Sea Eye

Alan Kurdi, evacuata una donna 24enne: ha avuto un malore e perdita di coscienza - VIDEO



Ancora in stallo la Alan Kurdi, al largo di Malta. Ai 64 naufraghi non è stato concesso lo sbarco in Italia perché quei profughi sono per il Ministero degli Esteri italiano  “una minaccia al buon ordine ed alla sicurezza dello Stato”. Frattanto la Libia brucia: qualcuno ancora ha la spudoratezza di definirlo un “porto sicuro”?


di Giacomo Belvedere

Continua l’odissea della Alan Kurdi. Alla nave della Ong, con 64 naufraghi a bordo, non è stato concesso lo sbarco in Italia perché quei profughi sono per il Ministero degli Esteri italiano  “una minaccia al buon ordine ed alla sicurezza dello Stato”. La nave staziona al largo di Malta in attesa di trovare un porto sicuro.   


Quel che è certo è che la permanenza bordo è una minaccia alla salute di gente già duramente provata. Questa mattina una donna di 24 anni è stata evacuata dalla Alan Kurdi, e trasbordata su un'imbarcazione che l'ha trasferita a Malta, dopo che aveva perso conoscenza e le sue condizioni mediche erano peggiorate. “Giorno 7-Ancora 63 persone sulla in attesa di un rifugio aperto e sicuro. Una grave depressione circolatoria e perdita della coscienza hanno portato all'evacuazione di una giovane donna 2aenne oggi. Quanto ancora?”, scrive Sea Eye.

VIDEO SALVATAGGIO



“La permanenza a bordo mette in seria difficoltà la salute delle persone soccorse: hanno bisogno di sbarcare il prima possibile”, è l’appello della Ong.

Frattanto la Libia brucia: qualcuno ancora ha la spudoratezza di definirlo un “porto sicuro”?

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenta
Il tuo commento verrà pubblicato previa approvazione. Soltanto il nickname sarà visibile a tutti gli utenti.



martedi, 25 Giugno, 2019


Ricerca












" target="_blank"> (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});