Pubblicato il 30/01/2019
CRONACA

Caltagirone, 470mila euro per il recupero della Chiesa di Santa Sofia: al via i lavori



La Chiesa di Santa Sofia si trova nel centro storico di Caltagirone ed è di proprietà della Diocesi. Si tratta di opere per un importo complessivo di 470mila euro, deliberati dalla Regione nel 2016 nell’ambito del Patto per la Sicilia.


Sono cominciati i lavori per il restauro conservativo finalizzato al recupero della Chiesa di Santa Sofia, che si trova nel centro storico di Caltagirone ed è di proprietà della Diocesi. Si tratta di opere per un importo complessivo di 470mila euro, deliberati dalla Regione nel 2016 nell’ambito del Patto per la Sicilia, destinati a un immobile di pregio, ma chiuso da tempo, risalente al decennio successivo al tragico terremoto del 1693.  Gli interventi dureranno sei mesi. Il Responsabile unico del procedimento è il geometra Francesco Cona, dell’Ufficio tecnico comunale.


“Risorse significative – sottolinea il sindaco Gino Ioppolopossono così essere utilizzate per restituire all’antico splendore questa chiesa. Si potrà, pertanto, centrare il duplice obiettivo di recuperare un significativo luogo di culto e di creare un’altra attrattiva per i visitatori, ampliando ulteriormente l’offerta culturale e turistica della città”. 


“I lavori in questione – afferma l’assessore ai Lavori pubblici e vicesindaco Sergio Gruttadauria - permetteranno di restituire alla fruizione pubblica un importante bene culturale ed ecclesiastico, concorrendo così anche alla riqualificazione di una delle aree del centro storico”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenta
Il tuo commento verrà pubblicato previa approvazione. Soltanto il nickname sarà visibile a tutti gli utenti.